COSTELLAZIONI
2005
12'13''

Mostra Triennale Milano. Concorso R. Pezza. Primo premio.
Video satellite: paesaggi cyborg, nature asettiche, paesaggi algidi, colori artificiali, verdi chimici circondano le città e le sue strutture, centrali fatte di metallo e acciaio, che brillano nella loro finta pulizia. Viadotti, strade, collegamenti, punti nodali di comunicazione. L'uomo è assente in questa 'natura artificiale'. Ha abbandonato la città. Undici visioni di città riprese da dei video satellite, che inquadrano le città che scompaiono e si annullano. Ricreare una situazione futura irreale, o che sta diventando reale, un futuro senza più rovine che cancellerà la storia e che creerà un eterno presente. Ritorno all'origine.

'Le rovine, stranamente, hanno sempre qualcosa di naturale. Come il cielo stellato, sono una quintessenza del paesaggio: quello che offrono allo sguardo è infatti lo spettacolo del tempo nelle sue diverse profondità.'

Marc Augè, Rovine e macerie-Il senso del tempo